Bobbio - Guida Turistica

CERCA ALBERGHI
Alberghi Bobbio
Check-in
Check-out
Altra destinazione


.: BOBBIO
 Bobbio è un comune italiano di 3.816 abitanti in provincia di Piacenza; sede vescovile. Il capoluogo è una antica e piccola città d'origine medioevale della val Trebbia, che si trova ai piedi del monte Penice, in sponda sinistra del fiume Trebbia. La città è un centro turistico noto per il suo passato culturale e i suoi monumenti. Bobbio fu sede di una storica abbazia fondata da San Colombano nel 614, resa famosa anche dallo scriptorium, il cui catalogo, nel 980, comprendeva 700 codici e che ha conservato 25 dei 150 manoscritti più antichi della letteratura latina.
 La storia di Bobbio è connessa dall'Alto Medioevo con la costruzione del monastero di San Colombano nel 614. Durante il primo Medioevo Bobbio, al pari di Montecassino, fu un importante centro culturale rinomato per la sua biblioteca o scriptorium. Sede vescovile già nel 1014, passò ai Visconti e poi ai Dal Verme. Fece parte dello stato milanese, dello stato sabaudo e, nel regno d'Italia, della provincia di Genova fino al 1923.
 L'economia del comune è quella tipica di un centro dell'alta collina.
 L'agricoltura, un tempo principale mezzo di sostentamento per gli abitanti del territorio bobbiese, ha perso questa sua caratteristica per i cambiamenti avvenuti nel corso degli ultimi decenni. Principale fattore è stato lo spopolamento a vantaggio sia delle città più vicine (Piacenza e area milanese) sia, in misura decisamente minore, del centro urbano di Bobbio. Le principali coltivazioni sono quelle della vite, dei foraggi e dei cereali. È praticato anche l'allevamento di animali. Al giorno d’oggi, l'attività agricola costituisce spesso un secondo lavoro, magari diretto all'autoconsumo. Non mancano, comunque, segni di vitalità, che si manifestano in una maggiore attenzione alle prospettive offerte dall'agricoltura biologica e dalla valorizzazione, anche in connessione all'offerta turistica, dei prodotti tipici, grazie ad agriturismi e cooperative agricole.
 Le produzioni industriali si concentrano ad attività del settore elettromeccanico, caseario, dei salumi, artigianato. Per contro, sono abbastanza numerose le imprese operanti nelle costruzioni.
 Il settore economico di gran lunga più importante è quello terziario, concentrato nel capoluogo. A Bobbio, infatti, hanno sede diversi servizi (scuole, ospedale, distretto dell'ASL, sportelli bancari, uffici pubblici, commercio al dettaglio) che servono un bacino d'utenza esteso al di là dei confini comunali e che finisce per ricomprendere gran parte della media e alta Val Trebbia. S'inserisce nel terziario pure l'importante settore dell'accoglienza turistica, attivo soprattutto in estate. Il turismo potrebbe offrire ulteriori prospettive di crescita, migliorando la ricettività alberghiera (il turismo stanziale ad oggi si avvale soprattutto di seconde case e appartamenti in affitto), tornando ad utilizzare economicamente le sorgenti termali (lo stabilimento delle Terme è in fase di ristrutturazione ed ampliamento e riaprirà nel 2008) e mettendo a frutto il consistente patrimonio storico e ambientale della città e dei dintorni.